14 ott 2007

Pinya

Andare in Piemonte, e trovarsi a far parte di un Castell Catalano, anche questo è capitato durante il distruttivo week end ad Alba.
Per la precisione noi facevamo parte della Pinya:

la folla di persone ammassate alla base della costruzione. Qui si trovano la maggior parte di casteller, con la funzione di sostenere il secondo livello, allegerire il peso dei 'casteller alla base (al centro della folla) e di attutire l'impatto in caso di eventuali cadute.
E' stato molto carino, in religioso silenzio, con forza e delicatezza, come ci hanno istruito, ci siamo sentiti parte e fondamenta di un tutt'uno, se passate in Catalogna o incontrate per caso dei casteller, unitevi pure a loro, ne saranno contenti.

Certo ripensandoci, questi hanno affidato le vite dei loro figli (in alto vanno i più leggeri e agili bambini) nelle mani insicure di 5 ubriachi in gita, ma questa è un'altra storia...

 

7 commenti:

Bellaile ha detto...

Cava, ma anche tu ti sei messo le braghe bianche e la camicia verde-lega?

kavia ha detto...

Putroppo no, non eravamo così tanto integrati

Tach ha detto...

Ho visto il servizio sul tv sorrisi e canzoni forse... o era il focus... bho di fatto l'avevo già vista sul giornale sta piramide umana!!!

kavia ha detto...

Una cosa è vederla sul giornale, un'altra è farla in modo eterosessuale come abbiamo fatto noi!!!

Tach ha detto...

Il modo eterosessuale sarebbe quello di abbracciarsi a un sacco di maschioni?!?!
Se permetti preferisco guardarlo da molto lontano, anzi, dal giornale così posso girar pagina tipo subito :ppp

kavia ha detto...

Ma c'erano anche donne! ed erano le più severe oltretutto

Tach ha detto...

Sadomaso?
Loro erano padrone e tu schiavo?!?
AUAUAUAA