09 set 2007

Bollettino di guerra - sesto giorno.

Il massiccio attacco portato il 3 settembre ha portato i suoi risultati, putroppo qualche civile ci ha rimesso le penne, è la guerra baby...
Il 7 settembre ho fatto un attacco più mirato, aereoporti, ponti, magazzini militari, centri di comunicazione.
Oggi ho mandato la mia truppa (cioè io) in avanscoperta, il nemico sta buttando fuori dalle linee i cadaveri, ovviamente, per evitare malattie, infezioni, pestilenze, è la guerra baby...
Questo dimostra che c'è ancora qualcuno alla testa dell'esercito avversario, e dimostra anche che il nemico non è scappato, non è vinto, non è battuto e dietro la collina c'è ancora qualcuno... (Cit.).
La tensione aumenta, il morale delle truppe (il mio) non è altissimo, devo fare arrivare qualche pin-up per rallegrarli (mi).

Sai chi sono quelli che ce la fanno?
Quelli che tengono gli occhi aperti, che continuano a pensare.
Scappare: è questo che uccide, e io voglio vivere da morire.
(super cit.)

Nessun commento: